Da tempo nella mia wish list, quest’anno ho deciso di regalarmi il mio primo viaggio in Colombia. Ho scoperto un paese ricco di sorprese, una terra meravigliosa e un popolo di grande animo e cultura. In particolare, mi sono fermata a Cartagena de Indias, sulla costa nord, capitale del dipartimento di Bolìvar: da molti è stata definita “la perla della Colombia” e non è certo un caso.

Patrimonio dell’Unesco dal 1984, Cartagena è una città da apprezzare e amare, uno di quei posti che almeno una volta nella vita valgono la pena di essere visitati. Il centro storico, racchiuso all’interno delle mura coloniali, è un vero gioiellino tra antichi palazzi, cattedrali sfarzose, meravigliose casette colorate e tante piazzette ombreggiate.

Vi consiglio assolutamente di soggiornare in uno degli splendidi hotel di charme ubicati all’interno delle mura per poter vivere al meglio l’atmosfera magica e suggestiva di questo angolo di mondo.

Qui vi lascio i miei consigli di viaggio!

SOGGIORNO
Hotel Casa San Augustin: questo delizioso boutique hotel è stato ricavato in un palazzo del ‘600 che in origine ospitava un convento di monache; oggi conta venti camere con tutti i comfort, arredi in stile tradizionale colombiano e una splendida piscina. Da non perdere.
Hotel Sofitel Santa Clara: considerato uno degli hotel più prestigiosi di Cartagena, merita indubbiamente la sua fama e il suo prestigio. L’edificio in passato fu la sede dell’omonimo monastero. Il chiostro ricoperto di piante tropicali e arredato con lussuosi lampadari, la bellissima piscina e la spa, vi faranno vivere un soggiorno indimenticabile.

 

RISTORANTI
Restaurante 1621: è considerato tra le migliori tavole in città, senz’altro un luogo da non perdere, soprattutto per gli amanti dei percorsi culinari. Ho adorato cenare nel patio: il servizio è eccellente e il cibo di altissimo livello.
Carmen: in pieno centro storico, è ospitato in un bellissimo palazzo con cortile interno e giardino estremamente suggestivo. Piatti curati e ben presentati, servizio di livello.
La Vitrola: entrando in questo luogo vi sembrerà di tornare indietro nel tempo e di visitare un vecchio club sociale cubano. Cibo eccellente con musica cubana in sottofondo.

 

PER IL DOPO CENA
Cafè Havana: a mio parere è il locale più divertente di tutta la città; l’ottima musica dal vivo e i cocktail strepitosi vi regaleranno serate di gran divertimento.

UN’IDEA IN PIÙ
Se avete tempo, vi consiglio di fare una gita in barca: basterà affittarla per passare una giornata intorno alle isole nei dintorni di Cartagena e scoprire l’altro volto di questo luogo. Ad attendervi, un sorprendente skyline di grattacieli, in netto contrasto con la città colonica all’interno delle mura. Per un momento vi sembrerà di essere a Miami!

 

#LOLAROUNDTHEWORLD – GIGLIOLA MAULE
Una ricca disponibilità di informazioni su luoghi di grande fascino e sulle caratteristiche che li rendono unici. Di preziose indicazioni sulle eccellenze e sulle attrazioni di regioni, città, culture, popolazioni, stili di vita, che sono costantemente evocati e sognati per la loro esclusività/originalità.
Questa “miniera di conoscenze” nasce dalle esperienze vissute da una grande viaggiatrice, Gigliola Maule, che sarà con voi per aiutarvi a scegliere e godere delle bellezze dei viaggi e di nuove scoperte. La nostra “globetrotter” proviene dal mondo della moda, distributrice di marchi prestigiosi a livello mondiale. Viaggia molto per lavoro ma anche per piacere.
Per lei viaggiare è un modo di vivere. Un modo di vedere e percepire le atmosfere e la realtà che la circondano. Sin da bambina scrutava e puntava il dito sul suo mappamondo, segnando già allora le destinazione che intendeva raggiungere e conoscere.
Ma ancora oggi, in ogni luogo, la sua curiosità e l’amore per “il bello” la portano a cercare, in ogni parte del mondo in cui si trovi, il meglio in fatto di arte, di moda, di cucina, di ospitalità alberghiera, ecc….. Trova amici e nuove conoscenze ovunque e ne fa tesoro.
Ha sempre una nuova destinazione da raggiungere. Lei afferma che “è un modo per sopravvivere quando un viaggio, che tanto come sempre le ha dato, sta per finire”. Ma forse è solo una viaggiatrice incallita.