Pierfrancesco Favino, Laura Morante, Saverio Costanzo, Nicola Piovani, Domenico Iannacone, Gianni Minà, Domenico Procacci: sono i pezzi da novanta che il Centro Sperimentale di Cinematografia mette in campo in occasione della nuova edizione di Per il cinema italiano, manifestazione che porta in piazza Santa Croce a Roma alcune delle pellicole più interessanti della passata stagione cinematografica insieme a chicche e restauri di film che hanno scritto la storia del cinema italiano.

La rassegna a ingresso gratuito, attesa dal 6 al 20 luglio sotto le stelle della Capitale, è l’occasione per (ri)scoprire alcune preziose testimonianze del cinema Made in Italy, che spaziano da La terra dell’abbastanza dei fratelli Damiano e Fabio D’Innocenzo a Figlia mia di Laura Bispuri, passando per Dogman di Garrone. Le pellicole sono introdotte ogni sera da un cortometraggio firmato dagli allievi della Scuola Nazionale di Cinema. Nella seconda parte della manifestazione, a partire dal 13 luglio, a fare gli onori di casa saranno i capolavori del grande schermo recentemente restaurati dal Centro Sperimentale: Il portiere di notte di Liliana Cavani, ma anche Profondo rosso di Dario Argento – protagonista, insieme ad altri grandi registi, di una delle mostre previste per accompagnare le proiezioni lungo tutta la durata della manifestazione.

E poi Ultimo tango a Parigi di Bernardo Bertolucci e Pasqualino Settebellezze di Lina Wertmüller, recente premio Oscar alla carriera, per finire con uno dei capisaldi della comicità romana, Alberto Sordi e il suo Polvere di stelle.

Insomma, la scusa perfetta per godere del ponentino capitolino e rinfrescare il cinefilo che è in voi nelle oziose serate estive.

Per il programma completo si veda Fondazionecsc.it