Golose creazioni che solleticano il palato e fanno cominciare bene la giornata – per poi proseguirla anche meglio: sono quelle di Pica Milano, ormai un’istituzione quando si parla di dolci pause meneghine.

Il maître pâtissier Massimo Pica ha dato forma – e gusto – al suo talento grazie all’incontro con Grace Hypolite e Ciro Papandrea: è nato così nel 2015 un piccolo universo delizioso e colorato che prende casa al civico 7 di via Ozanam, e che nel tempo ha conquistato anche il Lavazza flagship store di piazza San Fedele, Eataly in piazza XXV aprile, The Stage Dining in piazza Gae Aulenti, Dim Sum in via Nino Bixio e il Viaggiator Goloso di Calco (Lecco).

Basta entrare e la golosità non può che prendere il sopravvento tra croissant francesi, soffici lievitati – tra cui uno strepitoso panettone –, torte di ogni forma e colore, mille e più leccornie di piccola pasticceria dai dettagli tanto intriganti quanto raffinati. Quella di Massimo è la modernità che incontra la tradizione e che gioca – fino all’ultimo granello di zucchero – con preparazioni, impasti e sapori, rinnovandoli in accostamenti arditi e inaspettate variabili di consistenze.

Gusti, cromie e texture nel segno dell’innovazione: “In queste tre parole – spiega il pastry chef – è racchiusa la nostra idea di pasticceria: un dolce, piccolo o grande che sia, deve avere questi tre elementi: diversi gusti che stiano bene insieme, diverse consistenze, o texture, per incuriosire il palato ma al contempo garantire un’ottima masticabilità e cromie, perché siano accattivanti e già golosi per lo sguardo, prima ancora di arrivare a colpire il gusto”.

Il nostro personalissimo irrinunciabile firmato Pica Milano? Il Croccante all’Amarena, che fa brillare il palato grazie alla sua azzeccata combinazione di mousse all’amarena e al cioccolato, biscotto al cacao (senza farina, tra l’altro) e croccante alle nocciole, tutto ricoperto da una lucidissima glassa al fondente.

Creatività nei dolci, ma non solo: i progetti di Pica, e di Massimo, oggi spaziano moltissimo, in un’inarrestabile desiderio di mettersi alla prova. C’è ad esempio la Pica Pastry School, diventata un punto di riferimento nella formazione in Italia e all’estero, anche grazie alla partecipazione di numerosi insegnanti e maître pâtissier provenienti da tutto il mondo; ma anche la prospettiva della prossima Coppa del Mondo di Pasticceria, che si terrà a Lione nel gennaio 2021 e che vedrà il team di Pica Milano entrare a far parte della squadra della Nazionale Italiana. E, ancora, un’incursione nel mondo del salato, con il pane Pica e la pizza al tegamino, protagonista di un nuovo locale, sempre a Milano. Voci di corridoio dicono che l’apertura sia prossima: non resta che attendere maggiori dettagli per cominciare ad avere l’acquolina in bocca…

Pica Pasticceria
via Ozanam 7, Milano
Pica Pastry School
via Fortezza 13, Milano