I profumi e i sapori della tradizione marinara partenopea direttamente nel cuore di Milano, l’amore e il rispetto per le ricette “come una volta” e il guizzo creativo di una rivisitazione colta e contemporanea: ecco l’anima di Terrazza Calabritto, che ad un anno dall’apertura meneghina (a Napoli invece dal 2001) si trova a festeggiare il suo successo.

Merito dello chef Enzo Politelli, che ha voluto osare presentando in un panorama gastronomico variegato come quello milanese le sue proposte “di mare” capaci di conquistare anche i palati più esigenti grazie ad un attento lavoro di ricerca sulle materie prime di qualità, sull’esaltazione della sapidità naturale degli ingredienti e sull’innovazione nel rispetto della tradizione. L’idea è quella di stupire con piatti che diventano narrazioni, in cui gli accostamenti di sapori stimolano l’immaginazione e i profumi famigliari risvegliano i ricordi dell’infanzia. Il menù, non c’è bisogno di dirlo, fa venire l’acquolina in bocca al primo sguardo, pardon, assaggio; basti citare i vermicelli alla granseola serviti direttamente del carapace del crostaceo, il classico aglio, olio e peperoncino ripensato nei profumi del mare, la tartare di pesce in guazzetto tiepido, o la ceviche all’italiana, o ancora la mozzarella di bufala croccante con cuore marino.

E per chi non avesse tempo di fermarsi ad apprezzare le prelibatezze del ristorante (ma sarebbe un vero peccato), ecco una formula più smart e metropolitana: quella del sofisticato Crudo Cocktail Bar, un esclusivo lounge bar in cui degustare i signature drinks di Paolo Viola accompagnati dalle proposte d’eccellenza di pesce crudo preparate a vista. Perchè la cultura del mangiar bene non può prescindere da quella del bere bene.

 

 

Terrazza Calabritto
Viale Monte Grappa 7, Milano
02 63793923