Il panorama culinario milanese è uno dei più ricchi e variegati dello stivale, certo. Trovare qualcosa di speciale per appagare vista e palato, a qualunque ora del giorno, non è difficile. Lo è di più se si cerca una proposta davvero inedita e originale.

Ci è riuscito bene Valhalla – La brace degli dei, il primo ristorante vichingo italiano, che ha da poco aperto i battenti in zona Navigli, e più precisamente in via Ronzoni 2.

Il progetto è ambizioso e porta in dote sin dal nome – Valhalla, il paradiso dei guerrieri valorosi del nord – tutto l’immaginario legato alla cultura e alla mitologia dei paesi scandinavi, di cui i due giovani fondatori, Igor Iavicoli e Milena Vio, già gestori del Vinyl Pub in Isola, sono appassionati cultori.

La definizione di “ristorante vichingo” a prima vista può lasciare perplessi, lo sappiamo. Ma ogni dubbio è fugato non appena si oltrepassano le porte del locale e i piatti arrivano in tavola. L’ambientazione è curata e scenografica, tra elmi, pelli e scudi, ma a sorprendere soprattutto è il menù. La proposta dello chef Mauro Molon gioca tutta sula selvaggina, cotta alla brace o con la tecnica della bassa temperatura, proprio a partire da un’approfondita ricerca sull’alimentazione delle antiche popolazioni vichinghe – ovviamente ritagliata e adattata in chiave gourmet. Qualche esempio? In nomi in carta sono divertenti e suggestivi: da provare assolutamente Ullr, la tartare di cervo, ma anche Tanngnjostr, la tagliata di capriolo, o ancora Hildsvin, il cinghiale alla birra. E per chi se lo stesse chiedendo, c’è posto anche per i vegetariani, con piatti come Bifrost, il carpaccio di rapa rossa con seitan affumicato, o Nidhafioll, le polpette di ceci in salsa con carciofi.

Interessanti anche le proposte beverage, grazie ad un’accurata selezione di idromele, birre artigianali e piccoli produttori di vino.

Pronti a mangiare da veri guerrieri per conquistarvi il vostro posto nel Valhalla?

Valhalla
Via Gaetano Ronzoni 2, Milano
02 84041503