Si chiamano restaurant bonds e sono una piccola scommessa che ha dentro tanta speranza. Un messaggio di fiducia. Una strizzatina d’occhio a quando, un domani, potremo finalmente tornare ad uscire, andare a cena fuori, passare del bel tempo in compagnia.

Il funzionamento è elementare, lo stesso dei voucher: i buoni si acquistano ora che locali e ristoranti sono chiusi e si potranno spendere quando tutto sarà tornato alla normalità – ovviamente con sconti, vantaggi e offerte a tutto beneficio dei clienti. Insomma, paghiamo ora a un prezzo scontato per consumare alla riapertura: un modo per sostenere la ristorazione locale in un momento di crisi profonda come questa, ma anche di coccolarci in anticipo con la promessa di una pausa gourmet tra qualche mese. Soprattutto se la pausa in questione è nientepopodimenochè una cena a “casa” dello stellatissimo Andrea Berton: sono diverse infatti le realtà (non solo ristoranti e locali, ma anche hotel, spa e centri massaggi) che si stanno attivando in questo senso, ma tra le più golose spicca senz’altro quella del tempio del gusto in Porta Nuova a Milano.

Per far fronte alla chiusura imposta dall’emergenza Coronavirus, lo Chef ha infatti deciso di lanciare una speciale offerta che permette di “investire” sul suo ristorante acquistando uno speciale voucher valido per due persone fino al 20 dicembre 2020: comprende un calice di aperitivo e un menù degustazione realizzato per l’occasione dallo chef al costo – decisamente invitante – di 150€.

“Ho pensato che con la vendita di questi voucher potevamo ridurre l’impatto economico causato dalle necessarie misure di prevenzione adottate – ha raccontato Berton – Acquistare un voucher non è solo una questione di investimento, bensì un modo per lanciare un messaggio di fiducia sul fatto che questa crisi finirà e il settore della ristorazione si riprenderà”.

 

Per maggiori informazioni: info@ristoranteberton.com