Non solo riso e pesce crudo, ma anche prosciutto, pomodorini confit, lardo, vitel tonné, melanzane, burrata, persino ‘nduia: oggi il sushi si fa “all’italiana”. È l’idea di Sushi 2MI – Unconventional Italian Sushi, nuova start up di dark kitchen che sposa la filosofia della cucina giapponese ad ingredienti e sapori nostrani.

Mai sentito parlare di dark kitchen? Il trend viene dagli Usa e oggi sta spopolando anche in Italia: si tratta di una cucina only delivery, ovvero senza un ristorante fisico a cui poter accedere, ma esclusivamente con consegna direttamente a casa.

Il format a domicilio di Sushi 2MI appare vincente, soprattutto in un momento storico come quello che stiamo attraversando oggi. “Siamo molto entusiasti di poter annunciare il lancio di questa nuova dark kitchen improntata su una rivisitazione italiana del sushi proponendo dei gusti nuovi – spiega Luca Criscione co-founder del progetto insieme ad altri due amici, tutti giovani imprenditori milanesi con pregressa esperienza nel settore gastronomico – Un modello di business con cui vogliamo sviluppare il format ampliando il raggio di consegna con due location di dark kitchen su Milano“.

Formula innovativa, dentro e fuori dal piatto: il menu di Sushi 2MI si fonda su un sapiente connubio tra cucina orientale e occidentale, e mira ad esaltare con abbinamenti interessanti e ricchi di gusto quegli ingredienti tipicamente italiani che sono l’orgoglio della nostra tradizione nazionale. Ecco allora i classici nipponici, come uramaki, nigiri e gunkan, reinventati in modo altamente creativo grazie a materie prime attentamente selezionate e rigorosamente ispirate dalla tradizione italiana. Giusto per farvi venire l’acquolina in bocca possiamo citare la Tartare di tonno agli agrumi con granella di pistacchio, ma anche il Gunkan di zucchina agrodolce e tartartare di pomodorini o, ancora, il Gunkan con lardo, cipolla rossa caramellata e miele e i Nigiri con vitello tonnato, granella di mandorle, erba cipollina e pomodorini confit. Senza dimenticare gli strepitosi uramaki, dai nomi tanto stuzzicanti quanto evocativi: Lo spensierato (branzino viola, papaya, tartare di olive taggiasche, uova di lompo e menta), La norma (melanzana scottata, mozzarella di bufala, basilico e crema di datterino), L’intenso (‘nduja, mozzarella di bufala, pane croccante e fili di peperoncino) – giusto per citare alcuni di quelli in carta.

Buoni per il palato ma anche per l’ambiente: Sushi 2MI ha scelto infatti WAMI – water with a mission, che per ogni bottiglia venduta dona 100L di acqua dolce a chi ne ha bisogno; inoltre ha deciso di utilizzare coperchi e sacchetti interamente riciclabili e vassoi 100% compostabili.