Da Napule è a Fratelli Coppola

ciro-coppola
ciro-coppola

Fratelli Coppola si presenta come una vera e propria trattoria napoletana: tutta  la ricchezza della cucina partenopea con grande varietà di pizze, primi e secondi piatti

 

Franca D. Scotti

 

Napule è, il rinomato marchio di ristorazione affermatosi sul territorio lombardo, ha effettuato un significativo rebranding, diventando così Fratelli Coppola.

Così si evidenziano i punti di forza che hanno reso il  brand un successo consolidato.

Fratelli Coppola è una storia di famiglia, fondata da Katia, Ciro e Antonio, i quali hanno ereditato il progetto intrapreso dal padre nel 2004.

 

Dopo Como sono approdati a Milano nei pressi di Centrale, e poi a Bergamo.

Il cuore del rebranding  è rappresentato dal nuovo logo, in cui un moderno carattere tondeggiante color azzurro  affiancato da una piccola sagoma di Pulcinella, evocando le radici partenopee della famiglia Coppola e della loro cucina. Il nome Fratelli Coppola rappresenta la loro genuinità ed è omaggio all’unione  familiare che li caratterizza.

Fratelli Coppola si presenta dunque come una vera e propria trattoria napoletana.

 

fratelli-coppola-Margherita

fratelli-coppola-Margherita

Il menu abbraccia la ricchezza della cucina partenopea, offrendo una varietà di pizze, primi e secondi piatti, antipasti, contorni e dolci.

La pizza che propongono, nota a Napoli come “rota ‘e carretta” o “ruota di carro,” si distingue si distingue per il suo diametro insolitamente ampio di circa 35–36 centimetri, sfidando i canonici  25–30 centimetri. È un’autentica rappresentazione della pizza napoletana, nata dalla fame e dalla  necessità.

fratelli-coppola-antipasti.
fratelli-coppola-antipasti.

 

I Fratelli Coppola sono anche fieri soci dell’Associazione Verace Pizza Napoletana (AVPN),  organizzazione no–profit che si dedica a promuovere e proteggere la vera pizza napoletana in tutto il mondo dal 1984.

Le ricette, radicate e tramandate nella tradizione familiare, occasionalmente si arricchiscono di innovative combinazioni, bilanciando il passato con il presente, come la tartare di gambero nella pasta e patate o il tarallo sbriciolato sugli spaghetti con le vongole.

Milano, Via Alfredo Cappellini 23