Eugenio Boer fa il bis a Milano, aprendo le porte di Altrimenti, il suo nuovo ristorante.

Dopo i successo riscosso da [bu:r], aperto negli scorsi mesi in via Mercalli, lo chef ha deciso di lanciarsi in una nuova avventura imprenditoriale sulla piazza meneghina, in una joint venture con altri tre soci – di cui uno è il suo maître e sommelier, Damian Piotr Janczara.

Il risultato è un locale che porta in dote tutto lo stile firmato Boer, ma con una nuova identità. La location è quella – splendida – di via Monte Bianco, a due passi da CityLife, mentre la proposta culinaria può far vanto delle eccellenze enogastronomiche di una tradizione italiana che viene – rispettosamente – reinventata e rivisitata in chiave moderna.

Il nuovo ristorante vede infatti ai fornelli Marco Annunziata – un passato a scuola da Andrea Berton e già sous-chef di Pisacco – che ha voluto creare tre diversi percorsi di degustazione dividendo il menù in altrettante sezioni, “Verdure”, “Carni” e “Pesci”, a loro volta suddivise in antipasti, primi e secondi (da gustare seguendo il fil rouge della sezione, oppure in una combinazione eclettica a piacere di ciascuno).

Una tripartizione, questa, che ritroviamo anche nello spazio, progettato dallo studio Offstage: c’è una sala principale, con circa 35 coperti, un privè pensato per eventi privati (con la possibilità di avere un cameriere dedicato) e una romantica veranda, che può accogliere fino a 20 ospiti. A questi si aggiunge, a latere, un’esclusiva cantinetta, con tanto di ingresso secondario privato.

Altrimenti
Via Monte Bianco 2/A, Milano
02 8277 8751