Dopo On Demand, il servizio di instant messaging che permette di fare shopping alla Rinascente di Milano utilizzando comodamente WhatsApp, l’iconico department store ha deciso di lanciare anche WeChat On Demand espressamente pensato per il mercato cinese.

L’obiettivo? Estendere il servizio di personal concierge anche alla piattaforma WeChat, che ogni mese in Cina vede la partecipazione di 1 miliardo di utenti, di cui l’83% fa acquisti online.

“I clienti stranieri rappresentano circa il 50% del totale fatturato di Rinascente – spiega Pierluigi Cocchini, Amministratore Delegato di Rinascente – In particolare quelli di nazionalità cinese sono i primi nel ranking delle top nationalities. Lo scontrino medio è di circa 250 euro ed è in continua crescita e solo in questa prima metà dell’anno si contano più di 275 mila loro transazioni”.

Il nuovo servizio permetterà dunque agli utenti della piattaforma non solo di poter scegliere e farsi spedire a casa gli acquisti desiderati – anche grazie alla presenza in negozio di ben sei concierge di nazionalità cinese – ma anche di poter condividere informazioni e promozioni.

La Rinascente appare dunque sempre più lanciata verso l’omnicanalità, grazie ad una strategia di vendita che non solo avvicina le distanze ma che è capace di integrare alla perfezione mondo fisico e digitale.