Descritta spesso come l’Oriente che incontra l’Occidente, la città di Hong Kong rappresenta un melting pot eccezionale di culture e usanze, oltre ad essere uno dei poli finanziari maggiori al mondo. Il nome tradotto in italiano è “Porto Profumato”. Appartenuta all’Inghilterra dalla metà dell’ottocento fino al 1997, oggi è una regione amministrativa speciale della Cina, che continua a conciliare la modernità e lo spirito frenetico, alle tradizioni millenarie della cultura cinese.

 

IL MIO VIAGGIO

La mia città preferita in Asia. Io la considero la New York asiatica e qui respiro la stessa energia che trovavo nella Big Apple 20 anni fà e che purtroppo ultimamente non trovo più. In particolare nel fashion è qui che nascono i nuovi trend e gli stilisti internazionali captano segnali importanti. Qui i consumi del lusso sono impressionanti e molto spesso, ci sono lunghe code per entrare nelel boutique degli stilisti internazioanli. Gucci, Chanel, Luis Vuitton, Dior vengono letteralmente presi d’assalto e per noi europei questo è ultimamente piuttosto inusuale. Anche nel mondo della ristorazione la scelta è ampissima e il livello altrettanto elevato. I ristoranti stellati non si contano e basta aprire una carta dei vini per rendersi conto che la ricchezza qui non ha limiti . I ristoranti stellati non si contano e basta aprire una carta dei vini per rendersi conto che la ricchezza qui non ha limiti.

 

HOTEL

Questa volta ho soggiornato in due hotel. Durante la prima tappa ho scelto il Peninsula a Kowloon, in assoluto il must di questa zona che si trova sulla terraferma davanti all’isola di Hong Kong. Decisamente il luogo con la vista migliore sullo Skyline della città.
Durante il periodo natalizio quest’albergo storico assume un’aria davvero magica, gli addobbi lasciano senza fiato. Le camere e il servizio sono impeccabili. Anche il ristorante cinese Spring Moon è davvero fantastico. Ma la vera chicca di quest’hotel è il celebre ristorante Felix arredato da Philippe Starck, tappa obbligatoria per le serate e la vista sulla baia è mozzafiato.
Il secondo albergo che abbiamo scelto rientrando dal viaggio in Thailandia è stato il Four Seasons a Central. Anche in questo caso è tutto top. Avevo già soggiornato più volte in questo hotel ed è sempre un’esperienza fantastica. Mi raccomando scegliete una camera con vista sulla baia per rimanere senza fiato soprattutto la sera quando tutto è illuminato e lo skyline è di una bellezza indescrivibile. Ritagliatevi del tempo per farvi coccolare nella bellissima Spa e fate un bagno nella piscina esterna, ne vale davvero la pena.
Se avete voglia di fare Shopping l’hotel è direttamente collegato ad uno dei centri commerciali più prestigiosi di Hong Kong: L’IFC MALL. All’interno di uno dei grattacieli più alti del quartiere Central, questo mall ospita i monomarca dei brand più famosi, oltre a numerosi marchi contemporary. Inoltre potrete trovare tantissimi ristoranti, pasticcerie, un cinema e il supermercato più chic della città. Il mio negozio preferito all’interno del mall è sicuramente Lane Crawford, un department store con una selezione dei brand più cool del momento. Il settore calzature è letteralmente da perdere la testa!
Inoltre ricordatevi che dall’interno del IFC è possibile effettuare il Check In e prendere un comodissimo treno che in 24 minuti vi porterà all’aeroporto. Sicuramente il mezzo più comodo per raggiungere l’aeroporto considerando che Hong Kong è una città molto trafficata. Potrete quindi dedicarvi allo shopping fino all’ultimo minuto. Fantastico! Solo in Asia succedono cose così!

FOUR SEASONS
8 Finance St, Central, Hong Kong
www.fourseasons.com/HongKong‎
PENINSULA HOTEL
The Peninsula
Salisbury Road, Tsim Sha Tsui, Hong Kong
www.hongkong.peninsula.com
IFC MALL
Central, Hong Kong
www.ifc.com.hk

RISTORANTI

 

Tra i miei preferiti:

Caffè Grey: una cucina europea creativa con vista mozzafiato. Il ristorante è situato all’interno del Upper House Hotel, l’albergo più cool della città. Se invece avete nostalgia del cibo italiano andate da Grissino, all’interno del Grand Hyatt. Lo chef Alessandro Cozzolino ha ricevuto nel 2017 il premio della giuria del gambero Rosso. Vi consiglio l’ossobuco con il risotto. Eccezionale!

 

 

 

Caffè Grey
Level 49, The Upper House, Pacific Place
88 Queensway, Hong Kong
Grissino
2nd Floor, Grand Hyatt
1 Harbour Road, Wan Chai, Hong Kong

 

DOPO CENA

Per un drink, a parte Felix, di cui vi ho già parlato vi consiglio altri due indirizzi che adoro. Sevva situato al 25 piano nella Penthouse del Princed Building a Central. La terrazza panoramica ha una vista a 360 gradi sulla baia, ottima musica, drink e sempre molto frequentato dai Vip locali e Internazionali.
Il secondo è Ophelia: davvero un posto speciale, non voglio svelarvi molto. Ottimo cocktails, bellissimo design e il resto è da scoprire!!

 

 

Sevva
PRINCES BUILDING,
10 Chater Rd, Central, Hong Kong
Ophelia
The Avenue, 200 Queen’s Rd E, Lee Tung St, Wan Chai, Hong Kong

 

SHOPPING

La scelta è davvero importante . Qui troverete i più grandi shopping mall del mondo, da Pacific Place, Harbur City, IFC Mall e molti altri. Passeggiate nelle tradine di Soho per negozi di ricerca e se volete un mercatino caratteristico non perdete il Ladies Market.

 

 

DA NON PERDERE

Visitate il Victoria Peak il posto migliore per godervi la vista di Hong Kong. Riconosciuta come una delle attrazioni turistiche più famose, è il simbolo della città. Un’oasi incontaminata nel centro di una moderna metropoli con una vista panoramica considerata tra le dieci più belle al mondo.

 

 

#LOLAROUNDTHEWORLD – GIGLIOLA MAULE
Una ricca disponibilità di informazioni su luoghi di grande fascino e sulle caratteristiche che li rendono unici. Di preziose indicazioni sulle eccellenze e sulle attrazioni di regioni, città, culture, popolazioni, stili di vita, che sono costantemente evocati e sognati per la loro esclusività/originalità.
Questa “miniera di conoscenze” nasce dalle esperienze vissute da una grande viaggiatrice, Gigliola Maule, che sarà con voi per aiutarvi a scegliere e godere delle bellezze dei viaggi e di nuove scoperte. La nostra “globetrotter” proviene dal mondo della moda, distributrice di marchi prestigiosi a livello mondiale. Viaggia molto per lavoro ma anche per piacere.
Per lei viaggiare è un modo di vivere. Un modo di vedere e percepire le atmosfere e la realtà che la circondano. Sin da bambina scrutava e puntava il dito sul suo mappamondo, segnando già allora le destinazione che intendeva raggiungere e conoscere.
Ma ancora oggi, in ogni luogo, la sua curiosità e l’amore per “il bello” la portano a cercare, in ogni parte del mondo in cui si trovi, il meglio in fatto di arte, di moda, di cucina, di ospitalità alberghiera, ecc….. Trova amici e nuove conoscenze ovunque e ne fa tesoro.
Ha sempre una nuova destinazione da raggiungere. Lei afferma che “è un modo per sopravvivere quando un viaggio, che tanto come sempre le ha dato, sta per finire”. Ma forse è solo una viaggiatrice incallita.