L’emergenza Coronavirus ci ha costretti a cambiare le nostre abitudini di ogni giorno. E così, lasciata momentaneamente indietro la solita frenesia quotidiana, è tempo di riorganizzare la nostra vita dentro le mura domestiche, anche dal punto di vista professionale. Durante il lockdown, per molti il lavoro è diventato smart. Il che vuol dire un fiume di mail, videochiamate e messaggi da gestire dalla scrivania di casa, ma con il rischio pisolino sempre dietro l’angolo – il richiamo del divano, ragazzi, non perdona!

Come fare? Un buon punto di partenza è senz’altro l’attenzione al lato – passateci il termine – più modaiolo della quarantena, con un look a prova di smart working: #iorestoacasa, certo, ma non è una buona scusa per rinunciare allo stile. Rimanere in ordine, curarsi e non lasciarsi andare, del resto, ci aiuterà ad essere più concentrati e più produttivi, oltre ovviamente ad aumentare la nostra autostima.

La parola d’ordine in questo caso è comfy chic, vale a dire puntare su capi comodi e avvolgenti, ma senza rinunciare alla giusta dose di glamour. Bandite la tentazione del pigiama tutto il giorno e fatevi conquistare invece da caftani e kimono, tracksuit e blazer, camicie e tailleur dalle vestibilità over. Prendete ispirazione dalla nostra gallery per trovare l’outfit da smart working più adatto a voi!