Linee essenziali e allo stesso tempo audaci, un design minimale e scultoreo, creazioni che rendono unico il lusso della semplicità: sono così i gioielli firmati Pianegonda, dal 1994 tra i nomi di spicco della gioielleria italiana.

Il marchio, originario del distretto orafo di Vicenza e oggi parte della scuderia di Bros Manifatture, fa tesoro di quella lunga tradizione che da sempre ha caratterizzato storia e sviluppo di questo territorio e allo stesso tempo la reinventa, presentando ad ogni stagione collezioni che sanno farsi ricordare. I preziosi in argento Pianegonda sono ispirati all’architettura contemporanea e alle perfette geometrie che si trovano in natura: prendono vita per diventare gioielli di design, anelli, collane, pendenti e orecchini che sono come sculture da indossare.

Ecco allora le pietre dolcemente levigate dalla forza di un fiume e le lisce squame di coccodrillo che si trasformano in Clipea, una linea dal carattere raffinato e indipendente come chi la indossa, forte come è l’essenza stessa della natura. Per chi si sente più decisa, c’è invece la collezione Planus, che crea infinite suggestioni di luce e armoniche simmetrie con cascate di rombi e triangoli dai piani inclinati. Infine, il vintage contemporaneo della Nexum Collection, ispirato all’Esposizione Universale di Parigi del 1889 e all’inaugurazione della Tour Eiffel: per ragazze dallo spirito romantico e sognatore, che vogliono ammaliare con monili dalla bellezza senza tempo. Ad ognuna il suo gioiello.

Ad interpretare al meglio i gioielli Pianegonda è stata scelta per la campagna scattata da Ester Glass Vergara la modella Sandra Tendo, che incarna perfettamente la personalità forte ed audace della donna Pianegonda con un mood elegante e sofisticato dal carattere internazionale.