ISOLA DESIGN DISTRICT – le novità per il 2018

Dopo il grande successo della prima edizione torna, in occasione della Milano Design
Week 2018, Isola Design District.
Le porte di location nascoste, cortili privati e botteghe artigiane del quartiere torneranno
ad aprirsi per ospitare giovani designer e brand emergenti, con mostre, installazioni,
workshop ed eventi dal 17 al 22 Aprile.
Tantissime le novità per la seconda volta del distretto, a partire dal nuovo sistema di
identità visiva progettato da Zup Design, sotto la direzione artistica del suo fondatore, il
pluripremiato designer Marco Williams Fagioli.
Giocando sul significato di Isola lo studio si è ispirato alla tradizione iconografica della
pirateria, creando un’identità forte e riconoscibile, rappresentata nel brand da una
bandiera crociata. La nuova immagine vuole trasmettere soprattutto lo spirito di un
distretto giovane e ribelle, che si distingue per il suo forte carattere sperimentale e per la
scelta di accogliere giovani designer e progetti innovativi, non necessariamente legati a
logiche di mercato.
Anche quest’anno il distretto sarà caratterizzato da una forte presenza internazionale,
grazie all’adesione di designer provenienti da ogni parte del mondo. A fare da collante
tra le esposizioni sarà il tema, definito in due parole, Rethinking Materials. L’obiettivo
dell’organizzazione è infatti quello di mettere in mostra progetti che abbiano evidenziato
la versatilità di determinati materiali: utilizzandoli per la prima volta in quest’ambito, con
un’applicazione diversa da quella tradizionale o con un focus sull’ecosostenibilità.
Rispetto all’anno scorso, aumenteranno le attività locali e i luoghi simbolo del quartiere
coinvolti, allargando il perimetro del distretto. Stecca 3.0 ne sarà l’Headquarter, con
l’info point principale e la press lounge dedicata alla stampa, allestita da RivaViva. Ma
non solo, ospiterà al piano terra Latinoamerican Contemporary Design, esposizione
organizzata da eiDesign, con un collettivo di 9 designer sudamericani uniti dalla
fusione di oggetti di design con la contemporaneità e l’identità di ogni paese, dal Brasile
all’Ecuador, passando per Colombia e Messico; al piano superiore invece avrà luogo
DesignLand, esposizione organizzata dall’Associazione Design al Centro, con il
patrocinio di ADI Sicilia, che mette in mostra i prodotti di 4 designer e 3 aziende
Siciliane.