5Vie

13 giorni e più di 400 eventi fisici e digitali: si annuncia così Milano Design City, il secondo appuntamento milanese con il design ai tempi del Covid-19.

Fino al 10 ottobre la capitale meneghina si riapre al design, reclamando il suo ruolo di primo piano come aggregatore di creatività nel panorama internazionale. Con il Salone del Mobile rimandato al 2021, la città si regala una tredici giorni intensissima di presentazioni, talk, mostre, installazioni, incontri, nuove aperture e percorsi speciali che vedono protagonisti tutti i grandi player dell’ architettura e del design. Giusto per fare qualche nome, tra le griffe coinvolte ci sono: B&B Italia, Cassina, Gallotti&Radice, Marazzi, Molteni&C, Dada, Natuzzi Italia, Porro, Salvioni Design Solutions, Scic Italia, Technogym, OmniDecor, Ceccotti Collezioni, Ivano Redaelli, Luxury Living Group e Interni.

Un azzeccato mix and match che fa tesoro delle possibilità del phygital, l’incontro tra reale e virtuale: se infatti gli appuntamenti da seguire in streaming sono tantissimi, sarà premiato anche chi – mascherina alla mano – vorrà optare per gli eventi in presenza, ciascuno con regole e modalità di accesso definite dai singoli organizzatori.

I quartieri più vivaci sono quelli che da sempre coltivano la loro vocazione alla creatività, hotspot irrinunciabili di tutti i FuoriSalone: da Tortona ad Isola, dal distretto delle 5 Vie a quelli di Brera e Durini, fino a Sempione (con la Triennale) e al Molino Sofia Design District (l’area tra via Santa Sofia e via Molino delle Armi).

© Alice Turchini & Guido Castagnoli (Atm)

Una grande manifestazione diffusa che torna far risplendere Milano: Milano Design City è tutta dedicata alla cultura del progetto e dell’innovazione, con un’attenzione particolare alla riprogettazione degli spazi urbani, alla sostenibilità e all’economia circolare. Gli appuntamenti da non perdere? Sono davvero tantissimi, tutti consultabili online qui. Noi ve ne segnaliamo due, tutti al femminile.  In zona Tortona, Superstudio Più presenta “Nelle Mani delle donne”, una mostra dedicata alla creatività femminile tra arte, design e artigianato. Mentre nei chiostri appena restaurati del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci fino a domenica 4 ottobre va in scena il progetto espositivo internazionale “RoGuiltlessPlastic”, a cura di Rossana Orlandi, dedicato alla convivenza tra l’uomo e il pianeta Terra.