Nuove vesti e nuovo concept per lo store targato Swarovski a Milano. La griffe ha da poco riaperto le porte della sua boutique in via Dante, completamente ristrutturata grazie al sapiente intervento di Patricia Urquiola.

Si chiama Crystal Studio ed è un progetto pioniere che segna l’inizio della rinnovata strategia retail del marchio austriaco: un test, insomma, che a breve verrà replicato nelle metropoli del lusso globale, come Parigi, Pechino, Shanghai, Los Angeles, Hong Kong e Tokyo.

L’obiettivo del restyling? Una nuova shopping experience che mira a coinvolgere il pubblico, invitandolo ad esplorare, curiosare e toccare con mano: una boutique interattiva, dunque, in cui gli espositori gioiello sono tutti da aprire, sugli schermi scorrono campagne e visual aspirazionali, ci sono touch point digitali e angolini dove rilassarsi mentre si provano i bijoux del marchio e corner per la personalizzazione dei pacchetti regalo. Focus esclusivo del nuovo store concept, il Fun Wall, dove divertirsi con la propria immagine (da condividere poi in direttissima sui social), e lo Sparkle Bar, una postazione per scoprire i prodotti del brand e creare look con i gioielli grazie alla consulenza degli esperti Swarovski, con tanto di ricarica wireless per smartphone da utilizzare durante lo shopping.

“Il nuovo retail concept di Swarovski – spiega Michele Molon, EVP omnichannel and commercial operations – colloca davvero i clienti al centro, invitandoli a sperimentare e giocare con i nostri prodotti, cogliendo l’opportunità di mixare e abbinare gioielli, proprio come in uno studio creativo, ma in un ambiente progettato per integrare la dimensione fisica e quella digitale. Stiamo abbattendo la tradizionale distanza tra personale di vendita e consumatori, favorendo un dialogo continuo e interattivo”.

Swarovski
Via Dante 17, Milano
02 8909 2256