“Grazie Milano, per averci permesso di diventare Dolce&Gabbana”: è con queste parole che il duo siciliano ha aperto le danze del grande party inaugurale che ha visto protagonista la nuova boutique della Maison al civico 2 di via della Spiga.

Un restyling in pompa magna – del resto assolutamente in linea con il dna del marchio – che è stato svelato ufficialmente durante l’ultima MFW.

Dopo la ristrutturazione dei punti vendita di Roma, in via Condotti e Piazza di Spagna, e Londra, in Old Bond Street, la griffe ha deciso di puntare su Milano, “città che produce bellezza e talenti, e che regala enormi opportunità”, come racconta Domenico Dolce durante un’intervista al Corriere.

Ideato da Eric Carlson dello studio Carbondale, il monomarca si estende su una superficie di 920 metri quadrati su tre piani, con ben 12 vetrine affacciate su via della Spiga e corso Venezia.

Il concept che ha segnato il cambio di look della boutique è quello di un vero omaggio alla bellezza dell’Italia e delle sue donne, grazie alla scelta di un gusto tipicamente barocco che ben si sposa con i canoni estetici della Maison.

I tre livelli sono caratterizzati dalla presenza di pareti curve realizzate in diversi materiali preziosi – dalla radica d’olmo laccata all’onice di colore rosso intenso con venature bianche e dorate –, mentre la pavimentazione è in basaltina nera e richiama la grande scalinata centrale che collega i piani insieme all’ascensore – al cui interno troviamo marmi intarsiati e poesie d’amore di autori celebri.

All’interno della boutique sono ospitate le collezioni donna di abbigliamento, accessori, gioielleria e orologi Dolce&Gabbana.

 

Dolce&Gabbana
Via della Spiga 2, Milano
02 795747