Sarà visitabile fino al 3 febbraio nel Cortile d’Onore di Palazzo Litta a Milano la mostra “Natura in movimento”, una raccolta di 15 imponenti sculture firmate da Bia Doria.

L’artista, originaria di São Paulo ma con radici italiane, è stata invitata a far dialogare uno degli edifici barocchi più amati e conosciuti della città con le sue visionarie opere, ispirate alle sinuose curve dei rami degli alberi e realizzate con legno proveniente da foreste brasiliane a gestione sostenibile, tronchi recuperati da incendi, zone di deforestazione, fondi di fiumi e dighe.

L’esibizione porta lo spettatore a riflettere su tematiche calde come la protezione dell’ambiente e la sostenibilità, grazie all’utilizzo di legname destinato allo scarto, a cui viene così conferita nuova vita.

Del resto, la passione per l’ecologia e la valorizzazione della biodiversità sono da sempre temi centrali nella ricerca estetica e nella vita di Bia Doria: più di una volta l’artista si è recata nella foresta amazzonica, vivendo a contatto con le comunità locali, e si è fortemente impegnata nel cercare di sensibilizzare l’opinione pubblica attraverso la sua arte.

Il suo talento, ad oggi, l’ha portata a partecipare a numerosi eventi, tra cui l’Art Basel Miami, e ad esporre in location prestigiose come la Gary Nader Fine Art Gallery; in Italia ha partecipato alla Biennale di Firenze (2015), esibito le sue opere nella Basílica di San Paolo fuori le mura (2017) e ricevuto due volte il Prêmio Internazionale Fontane di Roma, Arte, Cultura e Solidarietà dell’Accademia Internazionale La Sponda.

 

Natura in Movimento – Bia Doria
Dal 18 gennaio al 3 febbraio
Corso Magenta 24, Milano