È negli spazi dello storico negozio Fiorucci in piazza San Babila che ha aperto Miror, nuovo indirizzo di grido per tutti gli appassionati di eyewear.

Si entra accolti da un’insegna di cinema anni ’50, mentre all’interno ecco un ambiente di 260 metri quadrati su due livelli, accogliente e raffinato, che gioca tra suggestioni vintage e tocchi pop, poltroncine da teatro e le opere di optical art firmate dalla motion graphic designer taiwanese Min Liu. Un esclusivo concept store interamente dedicato al mondo dell’ottica dove prendono casa più di 1200 modelli per ogni gusto e  per tutte le tasche.

Ogni occhiale proposto da Miror è un pezzo unico: si va dai grandi classici dallo stile retrò, fino alle proposte più d’avanguardia, con una certa predilezione per le proposte più originali firmate da designer emergenti. Non mancano le collezioni adorate dalle grandi dive del passato, come Audrey Hepburn e Grace Kelly, montature dalle forme e dai materiali più inaspettati come il visone, il pizzo o le zip delle cerniere, ma c’è anche gli occhiali indossati da Lady Gaga per il documentario di Netflix “Five Foot Two” e addirittura il modello realizzato su misura grazie alla scansione del volto e stampato in 3D con poliammide.

Abbiamo pensato a uno spazio che sarà impiegato anche per piccole attività culturali come dibattiti, presentazioni di libri e film”, ha raccontato Luca Sacilotto, ex Ad di gruppo Randazzo e poi Grand Vision Italia, che ora con la startup Nova Optical cerca di mettere a frutto la sua esperienza in questo progetto, che a breve sarà replicato anche nel centro di Bologna.

 

Miror
Galleria Passarella 1, Milano
02 8287 5718