Fino all’8 giugno il Mandarin Oriental, Milan sposa le vesti di un’inedita galleria d’arte, accogliendo nei suoi spazi “Ab Ovo”, la personale firmata da Camilla Ancilotto.

Il prestigioso hotel nel cuore del capoluogo lombardo diventa lo scenario privilegiato di dieci opere d’autore, ispirate al Tangram, l’antico rompicapo cinese che permette di realizzare migliaia di figure partendo da pochi elementi geometrici. Ecco allora quattro grandi sculture in poliuretano policromo che sono protagoniste della corte esterna del Mandarin Bar & Bistrot, mentre sei in acciaio sono state allestite nello spazio interno.

Le opere della serie Ab Ovo sono strutture modulari di varie dimensioni, composte da nove solidi realizzati seguendo i principi della filosofia del Feng Shui – che troviamo anche negli spazi dell’hotel, un vero omaggio alle origini orientali del Gruppo. Le sculture prendono sembianze zoomorfe, incarnando gli animali simbolo della cultura cinese: il Gallo, il Coniglio e il Serpente rimandano a Costanza, Prudenza e Agilità, mentre il Cavalluccio marino occupa un posto importante nella scienza tradizionale d’Oriente; infine l’Uovo, un totem dall’importante significato cosmologico che allude alla creazione e alla rigenerazione dell’Universo.

Armonia, equilibrio e sperimentazione: i capisaldi della ricerca estetica di Camilla Ancilotto sono gli stessi che da sempre guidano l’arte dell’ospitalità firmata Mandarin. Per celebrare questo particolare sodalizio, poi, i mixologist dell’hotel hanno reinterpretato a loro modo l’esposizione creando Ab Ovo, un cocktail a base di vodka, lime, spumante e gocce di 5 colori e gusti alcolici differenti, disponibile al Mandarin Bar & Bistrot per tutta la durata della mostra.

 

Ab Ovo
Mandarin Bar & Bistrot del Mandarin Oriental, Milan
Via Andegari 9, Milano