Sarah Palestrini è nata a Roma 33 anni fa. Una volta laureata ha fondato il brand italiano di beachwear Nikib, indossato anche da Alessia Marcuzzi e Totti. Venduto il brand, Sarah è diventata General Manager della linea di “cruelty free” NAK (No Animal Killed) e attualmente vive tra Londra, Roma e Milano.

Dicci perché NAK è il prodotto che mancava.

NAK vuole dimostrare come si possa essere eleganti e alla moda anche indossando accessori “cruelty free”. La moda dovrebbe soddisfare l’occhio e farci sentire bene. Questo non significa che dobbiamo rinunciare alla produzione di lusso, anzi. E infatti in NAK prediligiamo l’artigianato altamente specializzato del Made in Italy per creare ciò che consideriamo una forma d’arte. Fatta da talento, tradizione e amore. Una passione che chi indossa le nostre scarpe percepisce.

Da dove arriva l’ispirazione?

NAK è nata dall’idea di due amici. Lei – da sempre paladina dei cani abbandonati, era costantemente alla prese con un conflitto fra la grande passione per la moda e l’amore per la natura – incontra lui, businessman con un forte spirito “animal friendly”. È così che danno vita a NAK, capace di coniugare la voglia di entrambi di mostrare che si può essere eleganti anche prediligendo accessori fashion cruelty free. Un concetto riferito anche a tutta la catena produttiva, sin dall’impiego di manodopera altamente qualificata e non sfruttata o proveniente da Paesi in via di sviluppo. Crediamo fortemente nell’etica sociale e per questo sosteniamo gli artigiani di una volta.

La persona o l’avvenimento che ti ha convinto a seguire questa strada?

Mi hanno convinto i due soci fondatori, che nell’aprile del 2017 mi hanno invitata a un pranzo dal quale sono uscita con un’offerta di lavoro! La sfida di NAK mi ha da subito presa, perché rappresenta il connubio delle mie due grandi passioni, che poi sono le passioni ed i principi cardini di NAK: moda e animali. Una volta prese in mano le redini di NAK mi sono circondata di collaboratori che fossero competenti, ma soprattutto che condividessero il nostro spirito aziendale. Ora NAK è praticamente una grande famiglia – al punto che ognuna delle risorse di NAK ha dato nome ad un prodotto della nostra collezione. Ogni scarpa quindi rappresenta la personalità di un individuo che, in modi diversi, ha contribuito alla crescita del brand.

Chi ti piacerebbe che indossasse una tua creazione?

La mia icona di stile, bellezza, dolcezza, sensibilità e lifestyle è Gisele Bündchen; adorerei vederla indossare delle NAK.

Dove è possibile acquistare un paio di NAK?

NAK vende nel suo e-commerce www.nakfashion.com. Abbiamo anche due showroom: uno a Londra e uno a Milano dove riceviamo su appuntamento (info@nakfashion.com).