Nasce “EGO” il dispositivo di archiviazione wireless portatile

 
Nasce “EGO” il dispositivo di archiviazione wireless portatile
 Una nuova idea prende forma, nasce “Ego” L’uovo è da sempre il simbolo dell’origine della vita, della sua protezione, un guscio che custodisce il segreto e il senso dell’esistenza. “Ego” è un nuovo strumento tecnologico, un uovo nero che raccoglie, organizza, protegge in una forma perfetta, tangibile e inviolabile, l’unicità della vita di ognuno di noi. È un dispositivo di archiviazione wireless portatile che interagisce con la app dedicata e la base su cui poggia, senza connettersi in rete. “Ego” è una nuova concezione di memoria privata off line nata dalla passione per la tecnologia, il design, l’innovazione, l’esclusività, di chi l’ha immaginato, sviluppato e realizzato. Un concept e un prodotto tutto italiano con una natura in controtendenza, per custodire e preservare l’inviolabilità delle informazioni personali, consultabili solo dal proprietario, eliminando il transito dei dati su internet. Archive e Book sono le due aree di interazione con cui l’utente, tramite la Ego App, gestisce ricordi e informazioni creando archivi personali o trasformando le emozioni in un libro, che può essere conservato in una libreria virtuale o stam pato per condividerlo con le generazioni future. “Ego” viene presentato in anteprima mondiale al Fuorisalone 2017 presso l’Università degli Studi di Milano nell’ambito di Interni Material/Immaterial. L’installazione Ego Black All custodisce un “Ego” prezioso, unico, protetto da una gabbia in metallo che ne esalta la bellezza ma impedisce di impossessarsi della sua fisicità e della sua energia. La materia viene restituita da un nero assoluto attraverso l’utilizzo di una finitura esclusiva in grado di assorbire la quasi totalità delle onde luminose. “Ego” è lo scrigno dove custodire la memoria dei propri momenti più preziosi, il punto che collega il passato con il futuro.