DesignCircus torna con un nuovo appuntamento nel cuore di Milano

 
DesignCircus torna con un nuovo appuntamento nel cuore di Milano

DesignCircus torna con un nuovo appuntamento nel cuore di Milano, combinando in un unico evento il meglio dell’arte e del design indipendente. Insignito del Patrocinio del Comune di Milano, e reduce dei successi delle precedenti otto edizioni (cui si aggiungono due Fuorisalone e la Selection dello scorso dicembre), la Design + Art Edition ha luogo ancora una volta nella splendida location dell’Atelier Corso Como 5. L’occasione è quella di MIART, la Fiera dell’Arte
Moderna e Contemporanea che, anche quest’anno, porta a Milano i colori dell’arte. Sabato 1 (con apertura straordinaria no alle 24.00 e truck food nel cortile, per una pausa gastronomica prima
o dopo lo shopping) e domenica 2 aprile, 21 tra designer e artisti – coordinati dal designer-scouter
Stefano Epis e dalla PR Laura Alberti, oggi ancor
più carichi di entusiasmo e di voglia di far emergere
tutte quelle realtà che meritano attenzione per
l’altissima qualità del loro lavoro – racconteranno
al pubblico la loro idea dell’arte e del design.
Dai ritratti che paiono fotogra e ai suggestivi
esperimenti nati in camera oscura, dalle lampade
fatte coi libri alle sedie disegnate con l’arte, oggetti
d’uso quotidiano si vestono d’unicità. E poi gioielli, borse e accessori scultorei, realizzati a mano alla maniera d’una volta. Ma con le tecnologie d’oggi. Perché le sfumature dell’arte sono in nite, e noi intendiamo raccontarle tutte. E poi ci sono le novità, due e importantissime. Per la prima volta, DesignCircus si apre all’internazionalizzazione, con la partecipazione di tre creativi stranieri (Nicolas Boria e Anita Varry, francesi, e la tedesca Stephanie Schenck). E l’impegno sociale si veste di una nuova interpretazione. Una selezione di oggetti donati dai partecipanti all’evento sarà messa all’asta su www.charitystars.com, per sostenere i progetti della onlus Mani Tese. E per regalare a tutti la possibilità di un acquisto consapevole, capace di fare la differenza.