BLOW – UP alla Galleria Il Ponte Contemporanea

Curata da Giuliano Matricardi,  la mostra prende spunto dal celebre film di Michelangelo Antonioni:  un mistery che prendendo spunto dalla vicenda di un fotografo che crede di aver catturato involontariamente un omicidio con la sua macchina fotografica, mette in scena una fascinosa meditazione sul divario fra realtà e immaginazione.Le opere presentate raccontano il lungo percorso di ricerca intrapreso dalla galleria dagli anni ‘90 a oggi focalizzato sulla fotografia contemporanea.
Nella Gallery 1 verrà presentata una serie di lavori di John McRae dal titolo Spot the Arab che esplora gli stereotipi e i pregiudizi che ruotano intorno al significato di essere arabi oggi. La personale dell’artista sarà accompagnata da un testo critico di Jonathan Turner. Uno dei ritratti della serie è stato selezionato come finalista nel 2017 nell’ambito del Photographic Portrait Prize, indetto dalla National Portrait Gallery di Canberra.
Nelle altre sale saranno esposti i lavori di importanti fotografi internazionali: Nobuyoshi Araki, Matteo Basilé, David Byrne, Erwin Blumenfeld, Sylvie Fleury, Thomas Glassford,  Nan Goldin, Matthias Herrmann, Fritz Kok, Myriam Laplante, Francesca Martì, John McRae, Tracey Moffatt, Erwin Olaf, Dino Pedriali, Maria Pizzi,  Katharina Sierverding, Melati Suryodarmo, Inez van Lamsweerde, Wilhelm von Gloeden.
S.C.

Inaugurazione giovedì 18 maggio 2017
Il Ponte Contemporanea,  Via Beatrice Cenci 9 / 9 A, Roma
Orari galleria: lun – ven 12:00 – 19:00