A Brera la mostra “Giovanni Bellini. La nascita della pittura devozionale umanistica”

 
A Brera la mostra “Giovanni Bellini. La nascita della pittura devozionale umanistica”

All’arte di Giovanni Bellini, in particolare al tema della Pietà, è dedicato il grande evento che si svolge alla Pinacoteca di Brera di Milano fino al 13 luglio. 26 sceltissime opere sono in mostra, tutte legate dallo stesso tema, che fungono da  rimando una all’altra. Occasione della mostra, che ripercorre la prima carriera del pittore veneziano, è il restauro della sua celebre Pietà, appartenente alla Pinacoteca di Brera, collocata ovviamente in posizione centrale. Il tema della  Pietà ricorre con frequenza nella produzione dell’artista e della sua efficientissima bottega.

Giovanni Bellini sviluppa in senso moderno la tradizione iconografica bizantina, richiamata in mostra dalla piccola tavola con Cristo in pietà con la Vergine dolente del Museo Horne di Firenze (prima metà del XIV secolo). Da inventari superstiti sappiamo infatti che nella città lagunare le icone di Cristo erano una presenza familiare nelle case e nei conventi ed erano dunque parte integrante delle consuetudini visive degli artisti veneziani. Sono presenti poi opere importanti, attribuite a Donatello, e ad  Andrea Mantegna, come alcune Pietà dell’Accademia Carrara di Bergamo e del Museo Correr di Venezia. Alcuni rarissimi e preziosi disegni illustrano il lavorio concettuale e progettuale che sta dietro all’elaborazione di questo soggetto, nell’arte di grandi pittori tra sesto e settimo decennio del XV secolo.

La sezione centrale della mostra presenta la straordinaria Pietà di Brera, resa finalmente leggibile anche nei suoi valori cromatici dal recente, complesso restauro, terminato a fine 2012. Il tono freddo della tavolozza è il segno più immediatamente percepibile del distacco di quest’opera dalla tradizione pittorica veneta, dal colore saturo e dorato delle icone così come da quello pieno e smaltato delle opere di Antonio Vivarini. Accanto a questo capolavoro della Pinacoteca di Brera viene posta, per la prima volta, l’intensissima, grande versione del soggetto di Palazzo Ducale a Venezia: la straordinaria occasione offerta da questo accostamento potrebbe suggerire qualche utile precisazione sulla difficile cronologia relativa alle due opere. Chiude questa rassegna di 26 sceltissime opere la cruciale Madonna del magistrato da Mar di Giovanni Bellini (Venezia, Gallerie dell’Accademia), che fonde in un unico dipinto il tema della Madonna e quello della Pietà, raffigurando in un’intensissima immagine il Bambino sul grembo della Vergine, con un braccio abbandonato nel sonno che prefigura la futura morte salvifica.

La mostra é accompagnata da un agile catalogo, cui seguirà un volume di studi, edito da Skira, che presenta alcune novità sulla storia della Pietà braidense di Giovanni Bellini, alla quale è dedicata anche una sezione sul restauro.

F.D.S.

Pinacoteca di Brera

Via Brera, 28 – Milano

 

 

 

// / / / /